Per acquistare i servizi OPZIONE.COM accedi al tuo account o registrati qui.
Il carrello è vuoto
Info Commerciali & Supporto Tecnico 10 / 19 : 031.2287703
Google+ Link Link Link Link Link Link Link
News - MERCOLEDì, 06 GIUGNO 2012 RSS Feed

HowTo post installazione Zen Cart

Oltre a ribadire quanto sia fondamentale avere un "progetto ben definito" prima di iniziare, credo sia utile ante l'apertura di un negozio online con Zen Cart avere una traccia da seguire una volta che l'installazione è terminata.
Avere delle linee guida per uno o centomila prodotti a prescindere anche dal tipo di mercato è sempre utile!

I passaggi fondamentalmente da seguire sono questi:

  • subito il sito in manutenzione, omettendo tutto come footer, header e barre laterali; così che nessuno (anche i motori di ricerca) possa vederlo crescere sino a quando pronto e aggiungerei "perfetto".
  • leggere attentamente il mini tutorial presente nelle pagine 2, 3, 4 dello store installato prima di "riciclarle", condizione ideale è avere il manuale ma ... il minimo per muoversi sapendo "cosa" si modifica "dove", è scritto lì.
  • # leggere quanto presente nella pagina INFO VERSIONE del pannello di amministrazione.
  • studiare la struttura dello store, dalle varie configurazioni alla gestione dei contenuti, valori minimi, massimi e settaggio layout.
  • dedicarsi quanto più possibile allo scoprire di una tendina alla volta, essere curiosi e prendere appunti.
  • una volta compreso com'è organizzata la struttura del pannello e dove si trovano gli argomenti... imparare a gestire e modificare scheda di categoria, pagina prodotto e attributi correlati (nome e valore opzione) immagini, video ecc.
  • rinominare categorie e rimuovere tutti gli esempi che non interessano, pulire anche attributi e ...
  • via FTP riciclare le cartelle delle immagini degli esempi per i propri contenuti, è importantissimo fare in modo che la cartella immagini abbia tante sotto cartelle in modo da non avere MAI più di 1000 immagini x cartella, ne va della performance del sito!
  • popolare di categorie e articoli lo store e sperimentare, sperimentare e sperimentare. Attenzione alle dimensioni e peso immagini: meglio definire un rapporto di larghezza / altezza standard e mantenerlo sempre. Immagini sempre ottimizzate, solo JPG e mai spazi e caratteri speciali nei titoli immagine!
  • compilare sia le pagine statiche che quelle parti dinamiche con le ez pages. Leggere e rileggere quello che si scrive!
  • riciclare o rimuovere tutti i rimanenti contenuti demo come banner, link, sidebox, testi ecc...
  • una volta compilato e popolato creare un account di test e provare a fare il cliente, con la registrazione; rimuovere sempre il cliente già presente nella demo Zen Cart!
  • poi, per completare un acquisto bisogna predisporre tipo e costo di spedizione ...
  • e necessariamente anche inserire modalità e dati per la modalità di pagamento ...
  • concludere il percorso di acquisto e rifarlo almeno diverse volte considerando ogni tipo di spedizione e pagamento presente, facendo attenzione a tutti i particolari, testi ecc. Così che se interpellati da un cliente si possa essere in grado di rispondere.
  • una volta terminato tutto, controllato testi, immagini, i percorsi di registrazione e acquisto, il consiglio è di toglierlo dalla manutenzione per farlo provare in tutto e per tutto a 2 o 3 amici; solo dopo questo lo store potrà essere considerato "aperto al pubblico". MAI prima!
Consiglio d'oro: evitare tassativamente di modificare meta tag da pannello prima che lo store sia aperto e ne sia stato verificato il risultato nella serp. Nel 99% di casi Zen Cart da solo fa più e meglio dell'amministratore che mette le mani dove non dovrebbe e fa disastri per il semplice fatto che non ha idea di quello che sta facendo perché non ne conosce funzionamento e dinamiche.
NOTE:
* Il successo di un progetto - anche online - non si improvvisa ma si pianifica!
# Presente solo nella installazione speciale by Opzione.com
+ Può essere utili avere i dati demo per identificare un articolo "tipo" da riciclare per la struttura degli attributi ecc. quindi riportare la programmazione da questo ad altri articoli o anche a categorie intere.
Sperimentare anche i prodotti collegati. Chi arriva da altri ambienti o sistemi più semplici non conosce questi plus, che con i buoni sconto, i gruppi di sconto, i certificati regalo ed altre decine di grandi e piccole cose fanno di Zen Cart una piattaforma completa e stabile.

Questo testo è originariamente apparso in design-zencart.blogspot.it/2011/11/il-post-installazione-zen-cart.html






Altri articoli che potrebbero interessare...




Archivio News / Eventi OPZIONE.COM